Sconto Fiscale del 75%,
scopri com’è facile averlo con Archimede Montascale.

Contattaci direttamente al numero verde 800.200.876

CONTRIBUTI E AGEVOLAZIONI

Dal 1 gennaio 2022 sono previste nuove detrazioni fiscali sull’abbattimento delle barriere architettoniche!
L’art. 234 prevede infatti il 75% di detrazione recuperabile in 5 anni.
Con Archimede Montascale godere di questo vantaggio è semplicissimo, infatti potrai ottenere subito lo sconto del 75% direttamente in fattura e penseremo noi a tutto, con il servizio Archimede Montascale Senza Pensieri!

    Il servizio è totalmente gratuito! Offriamo:

    • La gestione della pratica con un nostro commercialista, gratuito.

    • La gestione della pratica con un nostro commercialista, gratuito.

    • Un supporto costante nella compilazione di documenti e richieste

    • La formazione dei nostri consulenti pronti a rispondere a tutti i tuoi dubbi o domande

    • Un numero verde dedicato attivo dal lunedì al venerdì

    Con Archimede Montascale sei senza pensieri, pensiamo a tutto noi!

    Archimede montascale ti telefona

    Compila il form e ti contatteremo entro 24 ore.
    Contatti Facebook
    Qui sotto puoi trovare alcune informazioni utili. Scarica il PDF relativo alle Detrazioni e al Risparmio fiscale e la Guida ai Contributi, oppure contattaci per avere tutte le informazioni di cui hai bisogno.

    Detrazioni e risparmio fiscale

    Detrazione fiscale del 75%!

    È possibile detrarre dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) le spese (comprensive di IVA) sostenute per l’acquisto e l’installazione di un montascale. Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022, secondo la Legge n° 234 del 30/12/2021, la percentuale di detrazione sulle spese sostenute per l’acquisto di un montascale è del 75%.

      Chi può fruire della detrazione?

      Tutti coloro che sono assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche. In particolare possono beneficiare dell’agevolazione tutti coloro che sono titolari di diritti reali sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese, ovvero:

        • il proprietario

        • il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)

        • chi occupa l’immobile a titolo di locazione o comodato;

        • il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento.

        Come usufruire delle detrazioni fiscali del 75%
        per abbattere le barriere architettoniche?

        Ci sono 3 possibilità:

        1. Richiedere le detrazioni direttamente nella dichiarazione dei redditi.

        2. Richiedere direttamente ad Archimede Montascale lo sconto in fattura.

        3. Vendere il proprio credito di imposta.

        Alcuni esempi

        DETRAZIONE FISCALE 75%

        DETRAZIONE FISCALE 75% CON SCONTO IN FATTURA

        DETRAZIONE FISCALE 75% CON CESSIONE DEL CREDITO

        Il signor Rossi acquista un montascale di Archimede Montascale per 10.000€ (IVA e Installazione compresa) e l’installazione e seguente fattura viene emessa il 27 Marzo 2022.

        Il signor Rossi decide di detrarre la spesa sostenuta dalle imposte sul reddito.

        Nel 2023, il Sig. Rossi presenta la dichiarazione dei redditi dell’anno 2022. In questa dichiarazione potrà portare in detrazione 1.500€, pari ad un quinto del 75% dell’investimento sostenuto (10.000€).
        Tale situazione si ripeterà anche negli anni fino al 2027, quando potrà usufruire per l’ultima volta della detrazione fiscale, raggiungendo i 7.500€ iniziali.

        Il signor Rossi acquista un montascale di Archimede Montascale per 10.000€ (IVA e Installazione compresa) L’installazione e la rispettiva fattura avvengono il 27 Marzo 2022.

        Il signor Rossi decide di chiedere direttamente ad Archimede Montascale lo sconto in fattura.

        In questo caso il cliente pagherà solo 2.500€. A tutto il resto ci pensa Archimede Montascale.

        10.000€ * 75% = 7.500€ detrazione fiscale e corrispondente sconto in fattura 10.000€ – 7.500€ = 2.500€ totale fattura a carico del cliente.

        Il cliente acquista un montascale per 10.000 Euro il 28 Febbraio 2022. A fronte di questo acquisto ha diritto ad una detrazione fiscale di 7.500€ in 5 anni.

        Il cliente procede alla cessione del credito. Archimede Montascale fattura al cliente il montascale per 10.000€. Il cliente si reca presso un intermediario finanziario e cede il suo credito di imposta.
        L’intermediario procede a restituire al cliente i 7.500€ (di solito trattenendo una cifra a fronte di gestione pratiche ed interessi).

        Guida ai contributi per acquisto montascale

        Questo capitolo ha lo scopo di fornire informazioni sui contributi previsti dalla legge n° 13/1989 – disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati.

        Tra gli interventi previsti per il superamento delle barriere architettoniche negli edifici privati, rientra ovviamente anche l’installazione del montascale che, a differenza di eventuali interventi alternativi (realizzazione di rampe o altre opere edilizie, installazione di ascensori, etc.) gode anche del vantaggio di non avere bisogno di concessione edilizia o dichiarazione inizio attività per poter essere montato.

        Guida ai contributi

        Chi ha diritto al contributo?

        Il contributo viene rilasciato a favore di chiunque sia portatore “di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti” che determinano obiettive difficoltà alla mobilità; pertanto non è necessario essere formalmente riconosciuti invalidi, ma presentare una patologia tale da rendere impossibile, difficoltoso o pericoloso affrontare a piedi una rampa di scale.

        Tale condizione può essere attestata da un certificato medico, in carta semplice, rilasciato da qualsiasi medico; è sufficiente che precisi da quali patologie dipende la limitazione del richiedente e quali obiettive difficoltà alla mobilità ne discendono.

        I portatori di handicap riconosciuti invalidi al 100% con difficoltà di deambulazione dalla competente Azienda Sanitaria Locale, hanno diritto di precedenza nella graduatoria delle domande ammesse al contributo.

          La Domanda di contributo

          La domanda di contributo (richiederne una copia al consulente commerciale di Archimede Montascale) va presentata agli Uffici preposti del Comune dove è situato l’immobile e nel quale il richiedente abbia “stabile e abituale dimora”.

          Il comune non interviene direttamente sulle scelte relative all’erogazione dei fondi, in quanto questi sono stabiliti annualmente dal Ministero dei

          Lavori Pubblici, distribuiti alle regioni e da quest’ultime, erogati ai comuni, sulla base delle domande complessivamente ricevute.

          La domanda deve essere sempre presentata dalla persona che ha le difficoltà di deambulazione o da chi ne esercita la tutela o la potestà.

          Nel caso il costo dell’intervento sia a carico di un altro soggetto (familiare con a carico il soggetto richiedente, condominio, proprietario dell’immobile), quest’ultimo, per ottenere il diritto al contributo, dovrà sottoscrivere per adesione e consenso la domanda stessa.

          La domanda può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno; la legge definisce che le domande relative ad un certo anno (per esempio il 2022) possano essere presentate entro il primo marzo del 2023, quelle presentate successivamente a tale termine saranno comunque prese in considerazione per l’anno successivo.

          La documentazione da allegare

          Oltre alla domanda, da presentare con marca da bollo da 16,00 euro, vanno allegati:

          • Certificato medico in carta semplice attestante la menomazione funzionale e permanente

          • Descrizione sommaria delle opere da realizzare (preventivo)

          • Autocertificazione del richiedente dal quale risultino l’ubicazione dell’immobile, le difficoltà di accesso, le opere che si intendono eseguire e la conferma che tali opere non siano già esistenti o in corso di esecuzione e che per esse non è stato concesso altro contributo (il consulente commerciale di Archimede Montascale sarà lieto di fornirvi una copia del modulo di autocertificazione)

          • Nel caso di invalidi al 100%, va allegata fotocopia autenticata del certificato di invalidità

          Criteri per l’erogazione del contributo

          La legge stabilisce che abbiano diritto al contributo tutti coloro che presentino menomazioni funzionali e permanenti atte a compromettere la mobilità.

          Nel definire la graduatoria di erogazione dei fondi vengono tenuti in considerazione due soli elementi: il diritto di precedenza concesso agli invalidi al 100% e l’ordine cronologico di presentazione della domanda; pertanto non vengono tenuti in alcuna considerazione altri parametri come il reddito, l’età, il tipo di opera e la spesa affrontata.

          Le domande che per mancanza di fondi sufficienti non riescano ad essere soddisfatte nell’anno di presentazione vengono automaticamente tenute valide per l’anno successivo.

          Entità del contributo

          La legge n° 13 stabilisce che il contributo è concesso in misura pari alla spesa effettivamente sostenuta per costi fino a 2.582,28 euro, è aumentato del 25% per costi da 2.582,28 euro a 12.911,42 e di un ulteriore 5% per costi al di sopra di 12.911,42 euro.
          La tabella sotto riportata presenta alcuni esempi:
            • Spesa € 2.528,28 – Contributo € 2.528,28
            • Spesa € 5.000,00 – Contributo € 3.186,71
            • Spesa € 10.000,00 – Contributo € 4.436,71
            • Spesa € 12.911,42 – Contributo € 5.164,57
            • Spesa € 15.000,00 – Contributo € 5.268,99

          Riepilogo documentazione necessaria per L.13/89

          • Domanda in carta da bollo da 16,00 euro
          • Autocertificazione
          • Certificato medico in carta libera con identificata la menomazione e la limitazione funzionale
          • Codice fiscale del beneficiario del contributo
          • Fotocopia carta d’identità
          • Descrizione sommaria delle opere nonché importo della spesa prevista comprensiva di I.V.A. (preventivo)

          In taluni casi si rendono necessari anche i seguenti documenti:

          • Certificato di invalidità rilasciato da ASL, in originale o in copia autenticata (invalidità al 100%)
          • Autorizzazione del Condominio risultante da deliberazione firmata dall’Amministratore pro-tempore
          • Atto comprovante l’assenso del locatore (per opere interne all’alloggio in affittanza)
          • Atto di tutela, in originale o in copia autenticata (per minori o incapaci)

          L’erogazione dei contributi previsti dalla legge n° 13/1989 non preclude la possibilità di detrazione del 75% della spesa sostenuta per l’acquisto e l’installazione di un montascale.

          VUOI CONOSCERE MAGGIORI INFORMAZIONI PER L’ACQUISTO DI UN MONTASCALE?

          Chiama senza impegno il numero verde sotto, saremo felici di risponderti:

          Da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle 19.00

          Stai pensando all’acquisto di un montascale? Possiamo esserti d’aiuto?

          oppure chiama il numero verde

          800.200.876

          e parla con un nostro operatore


          Installazione in giornata

          Preventivo gratuito a domicilio

          Assistenza rapida 24h/365gg

          Archimede Montascale, Servoscala e Mini ascensori.

          Seguici:

          Sede e uffici:

          Archimede S.r.l.
          ARCHIMEDE Srl
          Via Panciatichi 108/15
          50127 FIRENZE – TOSCANA
          P. Iva 05651340480

          Contatti Archimede:

          Tel 055.93.30.287
          Fax 055.33.40.37
          Cellulare 393 9398919
          E-mail info@archimedemontascale.it
          Sito web: www.archimedemontascale.it